Usare thunderbird per gestire la propria casella di posta Exchange

Chi di voi lavora in grandi aziende, e non puo fare a meno della propria linuxbox anche da lavoro, avrà spesso notato come queste aziende usano il fastidiosissimo exchange server per la posta, in modo da mettere i bastoni fra le ruote dei poveri pinguini :).

thunderbird-my

In questo articolo vedremo come utilizzare thunderbird per accedere alla nostra casella di posta aziendale che si appoggia (ahime su Exchange).

In realtà su linux non esiste ancora un supporto nativo a Exchange, e quello che faremo altri non è che utilizzare il web access e alcuni connettori particolari. Quello che ci servirà per proseguire è:

  • Indirizzo dell’Outlook Web Access e ovviamente un utenza configurata
  • Mozilla thunderbird
  • DavMail

Continue reading Usare thunderbird per gestire la propria casella di posta Exchange

Primi passi con GNUPlot – Lezione 2

Bene eccoci alla seconda lezione sull’utilizzo di GNUPlot.

Nella lezione precedente abbiamo visto i comandi base per cominciare a creare grafici, mediante la funzione plot, come dargli un titolo al grafico, agli assi, come danre una legenda.

Oggi andiamo avanti nella scoperta di questo strumento, parlando di:

  • Come cambiare il range per ogni asse
  • Come salvare il grafico su di un file
  • Come leggere i dati da un file.

Continue reading Primi passi con GNUPlot – Lezione 2

Impostare una partizione NFS su FreeBSD

NFS e’ un protocollo che permette di condividere delle cartelle/unita’ sui sistemi unix/linux. Vedremo qui come condividere una cartella tramite NFS su una macchina con FreeBSD (anche se concettualmente uguale cambia un po’ nella configurazione).

Per prima cosa abilitiamo i servizi relativ ad NFS all’avvio. Quelli che ci servono sono:

  • nfsd
  • rpcbind
  • mountd

Per farlo editiamo il file /etc/rc.conf, e aggiungiamo le seguenti linee:

rpcbind_enable="YES"
nfs_server_enable="YES"
mountd_flags="-r"

Ora riavviamo la macchina. A questo punto creiamo (o editiamo se gia presente) il file /etc/exports, questo contiene le informazioni sui singoli path che andremo a condividere. Ogni linea è associata ad un percorso. La sintassi da usare è la segunete:

(Cartella da condividere) opzioni    (client abilitati)

Continue reading Impostare una partizione NFS su FreeBSD

Installare Alfresco 3.3 Versione Bundle in Lucid Lynx

In questo tutorial, vi spiego come installare la versione bundle di Alfresco 3.3 Community Edition su Ubuntu Lucid Lynx.

Alfresco Logo

Alfresco è una piattaforma che offre servizi di ECM (Enterprise Content Management), Document Management, Knowledge Management, Image Management, etc. Ma a differenza delle altre sul mercato (Documentum, SharePoint, Filenet P8, etc) è una piattaforma Open Source.

Esiste in 2 versioni, la prima la Enterprise Edition, ovviamente rivolta alle aziende, disponibile a pagamento, e la Community Edition, che non ha costi e liberamente scaricabile.

Tutta la suite di alfresco è basta principalmente su servlet Java. In questa guida vedremo come riuscir a far partire la versione all-in-one della Community Edition su Ubuntu. Questa versione che si puo scaricare da qua: http://wiki.alfresco.com/wiki/Download_Labs contiene oltre che i files della suite vera e propria anche una versione preinstallata di tomcat.

Per poter funzionare correttamente sono necessari i seguenti pacchetti:

  • Sun Java 6 SE
  • MySql (o PostgreSQL)
  • Lo spring framework installato
  • Openoffice se volete sfruttare la possibilita di integrazione di alfresco.

Se java della sun non è installato, dobbiamo abilitare il repository partner da sources.list, per farlo apriamo quindi il file: /etc/apt/sources.list e decommentiamo le righe:

deb http://archive.canonical.com/ubuntu lucid partner
deb-src http://archive.canonical.com/ubuntu lucid partner

se sono commentate. E diamo:

sudo aptitude update
sudo aptitude dist-upgrade

Continue reading Installare Alfresco 3.3 Versione Bundle in Lucid Lynx

Primi passi con GNUPlot – Lezione 1

Nei prossimi giorni verranno presentati una serie di articoli che ci forniranno le basi per utilizzare questo potente programma

Gnuplot, è un ottmo programma per creare grafici a 2 o 3 dimensioni, completamente libero e non troppo difficile da usare (anche se usa una CLI è abbatanza intuitivo).

Il pacchetto da installare si chiama appunto gnuplot, maggiori info sul download e installazione le trovate al seguente link: http://www.gnuplot.info/. Ovviamente se avete un gestore di pacchetti, questo programma è sicuramente disponibole nei repository ufficiali.

Avvio e primi comandi

Il programma si avvia digitando il comando:

gnuplot

questo vi porterà a una cli simile alla seguente:

gnuplot>_

Ora siete pronti per generare dei grafici, tramite il comando plot. Per esempio se vogliamo generare il grafico della funzione:

y = x^2

digiteremo:

plot x*x

e il risultato che otterremo sarà il seguente:

Screenshot-Gnuplot Funzione y=x^2

Continue reading Primi passi con GNUPlot – Lezione 1

Configurare apt-get e aptitude se si è dietro proxy ISA

ISA il server proxy by microsoft. Molte volte noi linuxari, a lavoro, all’universita ci dobbiamo scontrare con questo proxy che ci impedisce anche di aggiornare la nostra linuxbox. Molte volte ISA si puo bypassare per molte operazioni mediante la classica:

export http_proxy="http://domain\user:password@proxyaddress:proxyport"

Ma purtroppo non sempre è così, e con apt-get non sempre funziona. Quindi come fare per aggiornare la nostra linuxbox?

Continue reading Configurare apt-get e aptitude se si è dietro proxy ISA

GnuPG essentials

In questo articolo vi esporro’ i comandi principali per utilizzare gpg.

Gpg e’ un programma per la creazione e gestione di chiavi di cifratura. Per poter utilizzarlo dovete installare il pacchetto gnupg.

La prima cosa da fare dopo aver installato il programma e’ quindi creare la nostra chiave gpg. Ricordo che queste chiavi vengono create a coppia, una e’ la cosiddetta “chiave pubblica” da dare a chi riceve i nostri documenti crittati, e l’altra è invece la “chiave privata” che come dice la parola stessa deve rimanere appunto privata.

Il comando per creare una nuova chiave è:

gpg --gen-key

e poi seguire le istruzioni a video. Attenzione che fra le varie richieste, vi è quella di una passphrase, segnatela che vi servirà per crittare i vostri documenti.

Ora che abbiamo la nostra chiave creiamo un file con la chiave pubblica, dando il seguente comando:

gpg --export -a "Nome Utente" > chiavepubblica

Continue reading GnuPG essentials

Usare ntlmaps per accedere via ssh su macchine linux bypassando il proxy ISA

Con questa guida per chi ha un server linux a casa e vuole accedere via ssh alla propria linux box anche dall’ufficio ove il traffico è filtrato da un proxy server ISA.

Prerequisiti:

  1. Una linux box alla quale voler accedere
  2. Un demone ssh configurato e messo in ascolto sulla 443
  3. Se il vostro pc è in una lan (ovvero avete un modem/router assicuratevi di aver configurato il router per aprire quella porta verso il vostro server)
  4. Putty

Normalmente nelle reti aziendali i proxy filtrano tutto il traffico diverso da quello http e https (e normalmente il traffico https e’ consentito dal proxy solo sulla porta 443). Quindi l’accesso via ssh alle vostre macchine in condizioni normali non è consentito.

E putty non consente purtroppo di configurare proxy ISA con autenticazione. Ed è qua che ci viene in aiuto NTLMAPS, questo programma in pratica si collega al proxy e autentica una sessione per noi. Vediamo come funziona.

Continue reading Usare ntlmaps per accedere via ssh su macchine linux bypassando il proxy ISA

Usare i profili in firefox

Chiunque usa un laptop, e si collega a reti molto diverse tra loro, probabilmente gli sara’ capitato piu di una volta, di dover cambiare i vari proxy e/o impostazioni del browser per poter navigare su quella rete, e se si usa spesso reti diverse, questa operazione puo diventare anche noiosa.

Firefox anche su questo ci viene incontro con una feature non molto conosciuta e comodissima, ovvero la possibilita di creare diversi profili di navigazione, ognuno dei quali potra essere configurato liberamente, compresi i bookmark (che non sono condivisi fra i vari profili), cosi se una rete ha un proxy, un altro non ne ha, un’altra ha un proxy diverso, per ognuna di queste creiamo il relativo profilo.

La prima cosa da fare e’ lanciare il seguente comando:

firefox -P

Questo comando aprira appunto la finestra di selezione profilo, come in figura:

Screenshot-Firefox - Choose User Profile
Schermata di scelta del profilo

E’ importante notare come di default la voce “Don’t Ask at startup” sia selezionata, quindi se vogliamo che questa schermata si presenti ad ogni avvio di Firefox dobbiamo deselezionare quella casella.

Il profilo standard di firefox e’ “default”.  Come possiamo vedere sulla sinistra sono presenti 3 pulsanti: Continue reading Usare i profili in firefox

Usare ffmpeg per far sentire i video che non hanno audio su vecchi lettori dvx

Ffmpeg e’ un programma utile per la conversione di file multimediali. Funzionn principalmente da linea di comando e supporta una vasta quantita di codec audio e video.

Molte videocamere con hd incorporato, salvano in un formato che non tutti i lettori divx riescono a supportare (soprattutto per l’audio). Se vogliamo convertire il nostro video in un formato leggibile correttamente dal nostro lettore dvx basta dare:

ffmpeg -i nomefile.mpg -vcodec copy -acodec mp2 -ab 128k nomefileoutput.mpg

Facendo cosi diciamo a ffmpeg di:

  • Non cambiare il codec video del file di origine (opzione -vcodec copy)
  • Cambiare il codec audio di uscita in mp2 con l’opziione -acodec mp2
  • Impostare il bitrate audio in 128k usando -ab 128k
  • Salvarlo nel file di uscita fileoutput.mpg

Se infine vogliamo avere delle informazioni sul formato di un video ci basta dare:

ffmpeg -i nomefile.mpg