Masterizzare da riga di comando!

Tutti noi sappiamo masterizzare cd! Anche con linux vero? Ci stanno diversi frontend tipo: K3B, Brasero etc. E sono comodissimi da usare (li uso anche io).

Ma cosa succede se per un motivo qualunque non possiamo accedere all’interfaccia grafica? E abbiamo solo un un terminale con il suo cursore lampeggiante? O semplicemente: se vogliamo fare i “duri” e non usare questi tool grafici?

Beh questo articolo introduce i comandi fondamentali per masterizzare cd da riga di comando.
Vediamo prima di tutto i tool necessari:

  • wodim
  • genisoimage
  • dvd+rw-tools

Wodim è un programma utilizzato per scrivere dati su un cd/dvd, mentre genisoimage lo utilizziamo per creare delle immagini iso. Mentre i dvd+rw tools sono una serie di applicazioni utili per la creazione di dvd.

Continue reading Masterizzare da riga di comando!

Linux 3 è qui

20yearsoflinuxOra è disponibile la versione  3.0 di linux

Anche se questa volta il cambio di numerazione (da 2.6 a 3.0) non identifica dei grandi aggiornamenti (come invece successe dal passaggio del 2.4 al 2.6) . Una delle motivazioni dell’aggiornamento di numerazione è stata in onore dei 20 anni del sistema operativo (che si sono “festeggiati” in questi giorni), una piccola nota su questo che anche microsoft ha partecipato agli auguri al sistema operativo con questo video:

Inoltre si pensa ad un aggiornamento del metodo di numerazione delle versioni del kernel, ovvero la versione successiva dovrebbe essere direttamente la 3.1, e non la 3.0.1 come eravamo abituati. Anche se su questo punto ci sono delle problematiche anche a livello di codice da risolvere (alcune componenti erano state adattate alla numerazione di versione a 4 elementi), ma questa è la ferma intenzione di Torvalds, che in questo modo ritiene che “la gestione e l’evoluzione di linux sia piu comprensibile”.

Gli aggiornamenti del sistema non sono tanti, per una lista completa delle modifiche potete andare qua:

http://kernelnewbies.org/Linux_3.0

Per scaricare l’ultima versione del kernel vi basta andare qua: http://kernelnewbies.org/Linux_3.0

Boinc / Usiamo i tempi morti della CPU per la ricerca

In questo articolo vi voglio parlare brevemente di BOINC, un programma open source che permette di donare il tempo libero del nostro computer a progetti di ricerca e non solo.

In che modo? BOINC  sfrutta i tempi morti del nostro processore  per effettuare  elaborazioni, calcoli, decodifiche (dipende dal progetto)  dei pacchetti di dati ricevuti appunto dal (o dai) progetti ai quali abbiamo deciso di partecipare.

Il funzionamento, una volta installato il programma, quando lo si avvia  è piu o meno il seguente:

Continue reading Boinc / Usiamo i tempi morti della CPU per la ricerca

La mia prima app android!

Beh, in tutto questo studiare android come funziona e come si sviluppa, ho deciso di rendere disponibile la prima app che ho sviluppato , si tratta di una semplice applicazione che illumina e spenge lo schermo (io la trovo utilissima come torcia).

Questa applicazione non la trovate sull’android market (ancora mi ci devo iscrivere) quindi se siete interessati a scaricarla ecco qua il qr-code:

E l’url diretto invece: http://italialinux.altervista.org/Files/LightDroid.apk

Piu in la penso che rilascero anche i sorgenti, magari al termine delle lezioni androdi che sto portando avanti potrebbe essere la base di un applicazione di esempio finale, per far vedere un intero progetto Android come portarlo avanti.

Per ora se vi va potete scaricarla (mi farete un grande piacere :D). Se ci sono problemi o malfunzionamenti lasciate un commento e vi risponderò!

Android Lezione 5 – Il Context Menu

In questa lezione introduciamo un nuovo oggetto dell’interfaccia di Android: il Context Menu.

Si tratta di uno dei menu messi a disposizione dal sistema android, e viene chiamato quando l’utente tocca per qualche secondo una View, per la quale è stato registrato un oggetto appunto di tipo Context Menu.

Questo menu può essere utilizzato in vari contesti, per esempio si potrebbero voler mostrare delle opzioni se un utente tiene premuto il dito su una casella di testo, magari mostrando un elenco di opzioni disponibili, oppure durante la visualizzazione di un immagine per mostrare delle opzioni relative ad essa, etc.

Passiamo ora a vedere come implementarlo. Per riempire le voci del menu sono disponibili diverse modalità, in questa guida vedremo principalmente quella basata sul file xml. Se state seguendo i tutorial aprite il progetto ItalialinuxExample che abbiamo iniziato durante le lezioni precedenti, altrimenti potete scaricarlo da qua

Prima di tutto (per comodità) creiamo una cartella “menu” all’interno di res:

Qui andremo a mettere tutti i file xml relativi alle voci di menu. Ogni file indicherà un menù. Quindi creiamo un nuovo menu, clickando col destro sul folder appena creato selezionando: New -> Android XML File. Si aprirà una schermata simile alla seguente:
Continue reading Android Lezione 5 – Il Context Menu