Lezioni Android in Real Life – Prima lezione il 07 giugno

Bene dopo ormai ormai due anni di lezioni android sulla rete, ho deciso di sperimentare a farle nella vita reale! E per di più gratis 😀

In collaborazione con il lug di Viterbo (www.tulug.it), vogliamo proporre una serie di lezioni introduttive alla programmazione android, da tenersi il venerdi sera per circa 4 settimane. La prima lezione del corso è programmata per venerdì 07 giugno

Gli argomenti che verranno trattati, saranno più o meno quelli che abbiamo visto nelle lezioni, quindi si partirá dall’hello world, passando per i vari componenti di una app android: il manifest, i layout, i compoennti grafici, activity e listeners.

Maggiori dettagli sul corso si possono trovare a questa pagina: http://www.tulug.it/attivita/corsi/prog-android/  Vi ricordo che se siete interessati è richiesta una pre-registrazione (solo per quantificare gli iscritti).

Si terrá nella sede del Lug di Viterbo in Via della polveriera, 10 a partire dalle 21.30. La data di inizio orientativa dovrebbe essere intorno a venerdi 24 maggio o successivi. Per maggiori informazioni, chiedete nella pagina di facebook di italialinux.

 

Android lezione 12 – Creare una app multilingua e string resources

O come sottotitolo: una prima introduzione alle risorse dell’applicazione!

Fino adesso abbiamo visto diverse componenti del sdk android, questa volta puntiamo a  due argomenti  leggeri, e collegati fra loro ovvero:

  • Come evitare di dichiarare le stringhe all’interno del codice java o nel layout (e perchè vale la pena farlo)?
  • come rendere una applicazione multilingua.

Partiamo dal primo punto. Perchè non dichiarare le stringhe nel codice java? La prima risposta è: perchè se no la nostra applicazione non potrá essere multilingua. La seconda è: perchè se abbiamo 50 pulsanti nella app con lo stesso testo come per esempio: “Cambia  Testo” e volessimo modificarlo in: “Modifica testo”, avremo sicuramente un lungo lavoro da fare a cercare e modificare il testo dei pulsanti in ogni punto.

Quindi per questo conviene dichiarare tutte le stringhe una sola volta. Anche in questo caso l’sdk di Android ci viene  incontro. Permettendoci di dichiarare tutte le stringhe all’interno di un file xml, e assegnando loro un id tipo R.string.nomestringa.

Continue reading Android lezione 12 – Creare una app multilingua e string resources