All posts by italialinux

Un pò di novitá

È da un pò che non posto, quindi volevo solo aggiornarvi su quanto sta succedendo, a parte i miei impegni nella vita reale, come avete potuto notare ci sono stati un pò di cambiamenti.

Questo causato anche dalla recente violazione di cui è stato vittima il server su cui girava il sito (colpa mia, visto che lo controllo io), ho iniziato ad avere diversi problemi con le varie blacklist della rete. Il mio sito entrava ed usciva da queste blacklist, quindi chi mi ha visitato in questi giorni probabilmente si sará trovato la schermata rossa del browser dove diceva che era un sito potenzilamente dannoso… me ne scuso!

Anche la bonifica, abbstanza lunga,  apparentemente non ha eliminato tutte le minaccie (la penetrazione sul server è stata molto profonda sta volta… dai non leggetece doppi sensi in questo!! 😛 )

Quindi per questo motivo, e per il fatto che avevamo deciso di risparmiare un pò, abbiamo migrato su un nuovo server (virtuale stavolta! 🙂 ).

Quindi italialinux è stato uno dei primi siti ad essere migrati a questo nuovo sito, e nel frattempo  ne ho approfittato per aggiornare anche il tema di wordpress.

Nei prossimi giorni spero di finire il lavoro di migrazione, e riprendera a postare i miei tutorial! 🙂

Quindi per riassumere:

  1. Nuovo server
  2. Più economico
  3. Nuovo wordpress, e nuovo tema! 🙂

Ciao,

Ivan

[Tips and tricks] Chage, manipolare le date delle informazioni utente

In questo breve articolo Tips&Tricks, vi spiego alcuni comandi utili per manipolare le date (scadenza, ultima modifica, etc.) relative alla password del vostro utente linux, mediante il comando chage

Tale comando serve specificatamente per manipolare le informazioni sulle date relative a una password.

Ecco alcune cose che possiamo fare con chage

Continue reading [Tips and tricks] Chage, manipolare le date delle informazioni utente

Tanti auguri italialinux

Oggi 6 anni fa, nasceva italialinux. Un blog principalmente nato come memoria personale, da consultare quando non mi ricordavo qualcosa, e soprattutto per riempire i tempi morti al lavoro…

Quando lo ho lanciato non mi aspettavo che sarebbe durato così tanto, ad oggi si tratta di uno dei miei progetti più longevi.

Con 6 anni appena compitu, e 130 articoli pubblicati, e altri in lavorazione non mi resta che augurare 100 di questi giorni a questo blog (il che implicá che vivrò fino a 134 anni!!!!)

TANTI AUGURI italialinux!

12741598-colorata-torta-di-compleanno-con-le-candeline-ghiacciato-Archivio-Fotografico

Contatore punti di vita magic – Nuova app

Ogni tanto sfrutto il mio blog anche per pubblicizzare i miei progetti, portati avanti nel tempo libero.

Questa volta, complice una ritrovata passione per il gioco di carte Magic The Gathering, si tratta di una applicazione per tenere traccia dei punti vita durante una partita a questo gioco.

L’app ha diverse features:

  1. Durante il match permette di segnare anche i punti veleno
  2. Tiene traccia del numero di match vinti da ogni singolo giocatore
  3. Inoltre vi aiuta ad identificare il simbolo di edizione di una carta, grazie alla lista di tutte le edizioni di Magic the gathering rilasciate durante gli anni.
  4. Se configurate il vostro numero DCI, vi permette di accedere direttamente alla vostra pagina dei punti PlanesWalker

Altre features verranno aggiunte nelle prossime versioni (sto gia lavorando alla 1.0.3/1.1).

Una screenshot dell’app:

Screenshot_2016-04-12-22-25-17 (1)

L’applicazione la potete trovare  qua: https://goo.gl/qohvgA

 

Introduzione a tmux – Lezione 1

Iniziamo un altra serie di articoli a puntate dedicandoci ad un programma molto utile per chi fa amministrazione di sistema, si tratta di “tmux”. In questo articoli e nei seguenti cercherò di spiegarvi come utilizzare questo strumento.

Tmux è un “Terminal multiplexer”, che permette di dividere lo schermo in tante finestre contenenti contenenti sessioni di terminali separate, ridimensionarle, creare differenti finestre, sessioni, etc.

In questa prima lezione partiremo dai comandi base. Da notare che tmux potrebbe non essere installato di default sulla vostra distribuzione, e quindi assicuratevi prima che sia installato.

Ovviamente occorre come prima cosa lanciare tmux, con l’omonimo comando:

tmux

Una volta lanciato, comparirá in basso a sinistra una sorta di barra di stato:

Screenshot from 2016-04-04 11:33:09

Continue reading Introduzione a tmux – Lezione 1

Registrare lo schermo del nostro smartphone android con adb

Nello sviluppare applicazioni android, potrebbe tornarci utile fare dei video per mostrare il funzionamento dell’app. Anche se probabilmente esistono molte applicazioni per farlo, la via secondo me migliore è utilizzare adb, in quanto evitiamo fastidiosi banner (spesso presenti nelle app), di occupare spazio nel telefonino per installare una applicazione che probabilmente useremo poche volte. Quello che ci serve è:

  1. Android sdk installato sulla macchina (ma se sviluppate applicazioni android sicuramente lo avrete)
  2. Avere la modalitá sviluppatore attiva.
  3. Spazio di storage sulla sd card per salvare il video.
  4. Un cavo usb per collegare il cellulare al computer.

Continue reading Registrare lo schermo del nostro smartphone android con adb

Creare un video 3d side-by-side con ffmpeg

In questi ultimi tempi, si stanno diffondendo dei nuovi “dispositivi” che permettono di avere un esperienza 3d, molto economici chiamati “VR CardBoard” (il più economico che ho trovato su amazon costa 9.99 euro http://goo.gl/EPBZ9x).

Se non vi è ancora capitato, potete vedere il progetto di google chiamato Google CardBoard (https://goo.gl/PV10cP) dove ci sono le istruzioni per costruirlo.

Questo dispositvo sfrutta una tecnica per il 3d chiamata side-by-side, che in pratica consiste dividere lo schermo in due parti uguali, e in ogni parte riprodurre lo stesso video (questo comando si può usare anche con due video separati).

one-cardboard

Continue reading Creare un video 3d side-by-side con ffmpeg

Android Lezione 18 – Ricevere le coordinate GPS

Dopo aver visto come mostrare una mappa android, ora il prossimo passo è posizionarci con la mappa sulle coordinate gps ricevute dall’app.

In questa lezione vedremo come rilevare la posizione geografica del telefonino, sfruttando il sensore gps. Per fare ciò occorrerá:

  • Aggiornare il file manifest con i permessi per acceere ai sensori di posizione
  • Abilitare e gestire l’evento di ricezione delle coordinate gps.

Inoltre vedremo come inviare coordinate gps all’emultore, per simulane un cambiamento di posizione.

Le classi necessarie per l’utilizzo degli strumenti GPS sono principalmente due:

  • LocationManager
  • LocationProvider

Come per tutti i sensori e altri servizi di android, per accedere al sensore gps, dobbiamo dichiarare una serie di permessi nel manifest:

    <uses-permission android:name="android.permission.ACCESS_FINE_LOCATION" />
    <uses-permission android:name="android.permission.ACCESS_COARSE_LOCATION" />

Continue reading Android Lezione 18 – Ricevere le coordinate GPS

Mastering vim: pathogen e NerdTree

Vim è uno strumento per molti ostico, ma alcune volte molto comodo da usare.

E che è ricco di plugins (possiamo renderlo un ide con tanto di auto-completion). Oggi vedremo un altro plugin per utilizzare al meglio questo strumento per navigare fra diversi file (e gestire i plugin).

In questo articolo installeremo pathogen, una piccola utility che serve per rendere super semplice l’installazione di plugin per vim ed eseguirli a runtime.

Dopo di che lo utilizzeremo per installare NerdTree un piccolo plugin che invece permette di avere un fileTree nel nostro editor per navigare velocemente fra i files.

Nerdtree in action

Continue reading Mastering vim: pathogen e NerdTree

Android Lezione 17 – Aggiungiamo le mappe alla nostra app Parte 2

Eccoci finalmente alla seconda parte dell’introduzione alle mappe android, la lezione precedente era principalmente incentrata sul far andare google maps sull’emulatore e su come configurare la nostra app per poter visualizzare le mappe,

In questa seconda parte spiegheremo nel dettaglio il codice di esempio di google utilizzato nella lezione, spiegando metodo per metodo cosa viene fatto

Quindi ora riprendiamo il codice della parte uno e spieghiamolo nel dettaglio:

 

import com.google.android.gms.maps.*;
import com.google.android.gms.maps.model.*;
import android.app.Activity;
import android.os.Bundle;
 
public class MapPane extends Activity implements OnMapReadyCallback {
 
    @Override
    protected void onCreate(Bundle savedInstanceState) {
        super.onCreate(savedInstanceState);
        setContentView(R.layout.map_activity);
 
        MapFragment mapFragment = (MapFragment) getFragmentManager()
                .findFragmentById(R.id.map);
        mapFragment.getMapAsync(this);
    }
 
    @Override
    public void onMapReady(GoogleMap map) {
        LatLng sydney = new LatLng(-33.867, 151.206);
 
        map.setMyLocationEnabled(true);
        map.moveCamera(CameraUpdateFactory.newLatLngZoom(sydney, 13));
 
        map.addMarker(new MarkerOptions()
                .title("Sydney")
                .snippet("The most populous city in Australia.")
                .position(sydney));
    }
}

Continue reading Android Lezione 17 – Aggiungiamo le mappe alla nostra app Parte 2