Category Archives: Tips And Tricks

Skype: Aggiornarlo su gentoo

Ecco qui un altro piccolo tip and trick per linux gentoo. Questa volta relativo al software skype.

Se avete questo software  installato, e durante l’aggiornamento ricevete un messaggio di warning relativo ad una nuova licenza da accettare per poter aggiornare quel pacchetto, a versioni dalla 4 in su dovete sbloccare in emerge la licenza con la quale viene fornito.

In gentoo, il gestore dei pacchetti emerge permette di accettare o rifiutare l’installazione di particolari licenze. Uno dei modi per farlo é accettare la licenza per tutti i software che la usano, quindi si interviene a livello di make.conf modificando la entry ACCEPT_LICENSE.

Invece nel nostro caso invece noi vogliamo  accettare una licenza specifica solo per il pacchetto skype da una certa versione in su (la 4).  In questo caso creiamo il seguente file:

/etc/portage/package.license/skype

e aggiungiamo la sequente riga:

>=net-im/skype-4.0.0.8-r1 skype-4.0.0.7-copyright

Questa stringa dice ad emerge, di accettare la licenza se skype-4.0.0.7-copyright se si sta installando una versione di skype superiore alla 4.0.0.8-r1

E ora al prossimo aggiornamento di sistema, anche il pacchetto skype verrá aggiornato senza problemi. Per maggiori informazioni sulla gestione delle licenze vi rimando alla  documentazione ufficiale di gentoo: http://www.gentoo.org/doc/it/handbook/handbook-x86.xml?part=2&chap=1#doc_chap4 (in italiano)

Gentoo: java nel browser

Recentemente nel seguire alcuni tutorial java che mostravano l’output all’interno di alcune applet, ho constatato con disappunto che il mio browser non era stato mai configurato per visualizzarle. Quindi qui vi spiegheró come abilitare i plugin java nei browsers della nostra gentoo.

Continue reading Gentoo: java nel browser

Dual boot openIndiana e Linux con grub

Prima di procedere all’installazione di openindiana vi consiglio di:

  • annotare da qualche parte  (su un foglio, un file di testo) il contenuto del file /boot/grub/menu.lst, in particolare le righe che compongono la voce di grub che selezionate abitualmente.
  • Tenere a portata di mano anche una distro linux (per esempio vanno bene i cd di installazione di  arch o gentoo).

Questo perché quando installerete il sistema solaris questo sovrascriverá il vostro bootloader con il suo grub. E questo sarebbe anche poco male come problema, se non fosse che non sempre riesce a vedere le partizioni di boot di linux (alcune volte il problema é il file system non supportato, altre invece che il file system é supportato ma non trova nessun file).

Una volta terminata l’installazione di OpenIndiana, inserite il CD linux che vi eravate procurati precedentemente, e all’avvio del grub, invecce di selezionare una voce premete il tasto ‘c’ per entrare nella console dei comandi di grub e a questo punto inserirete le righe che avevate letto nel file /boot/grub/menu.lst, queste dovrebbero essere simili alle seguenti:

root (hdX,Y)
kernel /path/to/kernel options
initrd /path/to/initrd options

Notate che iinitrd non sempre é necessario, quindi alcune volte potrebbe non essere presente. Una volta inseriti questi comandi, nella minishell di grub potete dare il comando

boot

Se tutto é andato bene vi partirá il vostro linux. Ora identificate in quale partizione é stato installato OpenIndiana (usate cfdisk, fdisk, o gparted o il vostro tool di partizionamento preferito), annotate il device (nel mio caso era /dev/sda2), ora editate il file /boot/grub/menu.lst e inserite le seguenti righe:

title OpenIndiana
rootnoverify (hdX,Y)
chainloader +1

Dove vi ricordo che X é il numero del device, e qundi sda = hd0 sdb=hd1 etc, mentre Y é il numero della partizione quest’ultimo a differenza di linux parte da 0 quindi per esempio sda1 diventa hd0,0.

Con le righe appena viste diciamo a grub di andare nella partizione hdX,Y e caricare il bootloader che si trova al suo interno. Per finire dobbiamo reinstlalare il grub del nostro linux per poter rendere effettiva questa modifica, diamo quindi il comando:

grub-install --no-floppy /dev/sda

e il gioco é fatto (attenzione: /dev/sda e non /dev/sda1!) .

Effettuare le patch tramite svn e applicarle ai nostri progetti

Se abbiamo effettuato delle modifiche a un progetto scaricato tramite svn, e vogliamo prima di committarle sul repository, far girare una patch, per creare un file contenente le nostre modifiche ci basta portarci all’interno della root del progetto e dare il comando:

svn diff > nomefileoutput.diff

Questo inserisce la nostra patch nel file nomefileoutput.diff. A questo punto se noi vogliamo applicare questa patch ai nostri sorgenti ci basta copiare il file all’interno della root del progetto e dare il comando:

patch -p0 -i nomefileoutput.diff

Dove

  • -i nomfileoutput é il file che contiene la patch e
  • -p0 indica quanti sono gli ” / ” che la patch deve considerare dei path contenuti all’interno del file diff. Quindi con -p0 se all’interno della patch vi é un file con il path /home/pippo/pluto il comando prenderá in considerazione il path intero. Se invece abbiamo -p1 eliminerá  /home e prenderá in considerazione silo /pippo/pluto, etc.

In questo modo abbiamo applicato la nostra patch sul progetto. Facile no?

Gentoo: Aiuto i miei programmi non funzionano piu!

Per chi usa gentoo da poco tempo,  puo capitare dopo uno o piu aggiornamenti di tentare di lanciare un programma e ricevere il seguente errore:

mplayer: error while loading shared libraries: libx264.so.115: cannot open shared \
object file: No such file or directory

questo problema si puo’ verificare quando viene aggiornata una delle librerie da cui dipende il programma che ha smesso di funzionare. La soluzione il piu delle volte e’ molto semplice, basta infatti dare il comando:

revdep-rebuild

E attendere. Questo comando si preoccupa di controllare quali programmi e librerie hanno delle shared libraries da cui dipendono mancanti, una volta individuati i pacchetti con questo problema si occupa di ricompilarli ri-emergendo i pacchetti e le librerie mancanti se necessario.

Nel mio caso ho avuto problemi con vlc e mplayer, e questo comando ha risolto.

Sane: Rendere accessibile lo scanner anche agli utenti

Se avete installato sane e il vostro scanner funziona solo da root, ecco i semplici passi da fare per renderlo utilizzabile anche da un utente. Prima di tutto se non esiste gia create un gruppo chiamato scanner:

groupadd scanner

Dopo di che utilizzate il comando sane-find-scanner per identificare il vostro scanner, nel mio caso l’output e’ il seguente:

found USB scanner (vendor=0x04b8 [EPSON], product=0x082f [USB MFP]) at libusb:001:003

Ora con queste informazioni create una nuova regola udev, in /etc/udev/rules.d/25-libsane.rules:

# Epson Stylus DX-4000
# SYSFS{idVendor}=="04b8", SYSFS{idProduct}=="082f", MODE="0664",
 GROUP="scanner", ENV{libsane_matched}="yes"

dove dovete idVendor equivale a vendor e idProduct equivale a product del comando sane-find-scanner. A questo punto aggiungete il vostro utente al gruppo scanner con:

gpasswd -a username scanner

e il gioco e’ fatto.

Gentoo: Subclipse errore: “Failed to load JavaHL Library”

Se dopo aver installato il plugin subclipse nel vostro eclipse ricevete il messaggio di errore:

“Failed to load JavaHL Library.”

Questo dipende dal fatto che probabilmente avete installato subversion senza lo use flag  java. Quindi prima di tutto controllate se gli use flag del vostro subversion (spero che subversion lo avevate gia installato ) e vedete se java e’ attivato con il comando:

emerge --info subversion

Ora se lo avete installato senza modificare i flag use probabilmente l’opzione java e’ disabilitata (in emerge le opzioni disabilitate sono precedute da un -, quindi dovreste vedere -java). Vi basta editare il vostro file package.use (se non lo avete createne uno) in /etc/portage, e aggiungere la seguente linea:

#SVN with java
>=dev-vcs/subversion-1.6.17-r7 java

E ora reinstallate subversion con il comando:

emerge --newuse subversion

Aspettate, e una volta terminata la reinstallazione di subversion al prossimo riavvio di eclipse non dovrete piu avere problemi.

 

Nuova sezione: Tips And Tricks

Ho deciso di inaugurare una nuova sezione nel sito, chiamata Tips And Tricks, in questa sezione troverete invece dei soliti articoli con tutorial o notizie, dei mini posts utili per risolvere piccoli problemi che si verificano nell’utilizzo quotidiano di linux, tipo cosa fare se non funziona piu un plugin, o risolvere piccoli problemi della nostra distro la cui spiegazione sta in meno di una 15na di righe. Spero tanto che la troverete utile.

Troverete il link alla sezione in alto a destra.