Usare ffmpeg per far sentire i video che non hanno audio su vecchi lettori dvx

Ffmpeg e’ un programma utile per la conversione di file multimediali. Funzionn principalmente da linea di comando e supporta una vasta quantita di codec audio e video.

Molte videocamere con hd incorporato, salvano in un formato che non tutti i lettori divx riescono a supportare (soprattutto per l’audio). Se vogliamo convertire il nostro video in un formato leggibile correttamente dal nostro lettore dvx basta dare:

ffmpeg -i nomefile.mpg -vcodec copy -acodec mp2 -ab 128k nomefileoutput.mpg

Facendo cosi diciamo a ffmpeg di:

  • Non cambiare il codec video del file di origine (opzione -vcodec copy)
  • Cambiare il codec audio di uscita in mp2 con l’opziione -acodec mp2
  • Impostare il bitrate audio in 128k usando -ab 128k
  • Salvarlo nel file di uscita fileoutput.mpg

Se infine vogliamo avere delle informazioni sul formato di un video ci basta dare:

ffmpeg -i nomefile.mpg

Compilare un kernel linux con supporto Real-Time

Questa guida spieghera in pochi passi come compilare un kernel linux con il supporto real-time abilitato.

Attenzione: Non tutte le versioni del kernel hanno la loro patch per il real-time quindi controllate prima per quali versioni
è disponibile la patch e   scaricateci il relativo kernel. Notate che dovete la versione della patch deve corrispondere a quella del kernel.

Per prima cosa dovete procurarvi i sorgenti del kernel linux che volete pathcare (li trovate su www.kernel.org) Dopo di che scaricate la relativa patch da: http://www.kernel.org/pub/linux/kernel/projects/rt/

Ora scompattate il kernel in /usr/src e posizionatevi nella cartella con i sorgenti (normalmente sara tipo: linux-2-6-xx.

A questo punto vi conviene partire dalla vecchia configurazione del kernel (soprattutto se avete hardware particolari), quindi copiate il file config che sta in /boot:

cp /boot/config /usr/src/linux-2.6.xx

ovvero la cartella del linux che state per compilare. Dopo di che da dentro tale cartella lanciate:

make oldconfig

VI porrà molte domande, normalmente le scelte che propone lui vanno bene. Ora dalla cartella dei sorgenti sempre applicate la patch:

bzcat path/to/patch-2.6.xx-rtyy.tar.bz2 | patch -p1

ovviamente sostituite il nome dell’esempio con quello della patch che avete scaricato. Una volta terminato, potete dare:

make menuconfig

Da qui portatevi su:

Processor Type and features

e poi selezionate:

Preemption Mode

Nel menu seguente scegliete l’opzione:

Complete Preemption (Real-Time)

Inoltre sempre da Processor Type and Features impostate come valore per Timer frequency 1000hz Ora se volete potete personalizzare il kernel, levando magari moduli che non servono, o altro. uscite e salvate. Ora potete compilare il kernel con:

make -j5 bzImage
make -j5 modules
make modules_install

Al termine di questi 3 comandi, copiate in /boot i seguenti file:

.config
System.map
arch/x86/boot/bzImage

Vi conviene cambiare nome a questi files anche per non rischiare di sovrascrivere quelli gia esistenti. Infine editate il vostro grub o lilo per caricare il file bzImage come kernel, riavviate e il gioco è fatto 🙂

Italialinux rebirth

Quasi nessuno di voi si ricordera di italialinux.altervista.org, molti anni fa registrai questo dominio su altervista, intenzionato di fare un sito interamente dedicato al mondo linux, era una delle mie prime esperienze col php, lo iniziaia a scrivere piu per diletto che per altro, purtroppo come molte altre cose mi stancai dopo un po’, e smisi di lavorarci preso da altre passioni, e il mio inziale interesse per l’osdev, a distanza di anni ho voluto far rinascere questo sito, per vedere se riusciro’ a destare qualche interesse pubblicando guide, howto, tips and tricks sul mondo Unix/Linux

Se volete interagire con noi abbiamo un chan:

#italialinux su irc.azzurra.org e io sono ^Inuyasha^

Per ora lo terro’ su altervista, piu in la se ne varra’ la pena lo portero sul mio dedicato.

Buona notte.

tutorial e non solo su linux e programmazione!